Risultati della ricerca

Inquadramento territoriale:

 

Il territorio provinciale di Vercelli è collocato in una posizione geografica strategica; posto infatti lungo il longitudinale corridoio Genova-Rotterdam funge da collegamento tra le zone mediterranee e le zone del Mare del Nord il quale, a sua volta, incrocia il trasversale corridoio 5 Lisbona-Kiev. I corridoi europei, che rendono più accessibile, temporalmente parlando, i territori di tutta Europa, sono una fonte di opportunità e di vantaggi reali. La provincia di Vercelli inoltre, benché sprovvista al suo interno di scali aeroportuali, interportuali e portuali, registra un indicatore di dotazione aeroportuale pari a 10,7 grazie alla sua vicinanza agli scali di Torino-Caselle e Milano-Malpensa.

 

Un elemento sicuramente di rilievo per il territorio provinciale di Vercelli è la sua posizione geografica: la provincia si colloca infatti lungo il longitudinale corridoio dei due mari, Genova – Rotterdam, quale collegamento tra le zone Mediterranee e quelle del mare del Nord, che a sua volta, incrocia il trasversale Corridoio 5 Lisbona-Kiev. I corridoi europei hanno il ruolo fondamentale di ridisegnare la geografia europea rispetto all’accessibilità temporale dei territori, costruendo un quadro di opportunità, di rafforzamento e di vantaggi reali per il territorio.

La provincia di Vercelli, benché sprovvista, all’interno dei propri confini territoriali, di scali aeroportuali, oltre che interportuali e portuali, fa registrare un indicatore di dotazione aeroportuale pari a 10,7 collocandosi tra i primi posti in Piemonte, grazie alla sua vicinanza agli aeroporti di Torino-Caselle e Milano-Malpensa, superando le province di Verbano-Cusio-Ossola, Asti e Novara il cui valore è nullo.

 

Un elemento sicuramente di rilievo per il territorio provinciale di Vercelli è la sua posizione geografica: la provincia si colloca infatti lungo il longitudinale corridoio dei due mari, Genova – Rotterdam, quale collegamento tra le zone Mediterranee e quelle del mare del Nord, che a sua volta, incrocia il trasversale Corridoio 5 Lisbona-Kiev. I corridoi europei hanno il ruolo fondamentale di ridisegnare la geografia europea rispetto all’accessibilità temporale dei territori, costruendo un quadro di opportunità, di rafforzamento e di vantaggi reali per il territorio.

La provincia di Vercelli, benché sprovvista, all’interno dei propri confini territoriali, di scali aeroportuali, oltre che interportuali e portuali, fa registrare un indicatore di dotazione aeroportuale pari a 10,7 collocandosi tra i primi posti in Piemonte, grazie alla sua vicinanza agli aeroporti di Torino-Caselle e Milano-Malpensa, superando le province di Verbano-Cusio-Ossola, Asti e Novara il cui valore è nullo.

 

Scolarizzazione sul territorio comunale:

Sul territorio della Città di Vercelli sono presenti tutte le scuole di ogni ordine e grado a partire dalla scuola dell’infanzia fino all’Università. In particolare vi è un’importante presenza di ogni tipologia di Istituti Superiori (Lice, Istituti Tecnici, Commerciali, Scuole Professionali, ecc…), nonché la presenza del Dipartimento di Studi Umanistici e il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dell’Università del Piemonte Orientale.

 

Polo Culturale di Vercelli:

 

Vercelli con il suo patrimonio architettonico riveste grande interesse storico-artistico e viene annoverata tra le città d’arte italiane. Culturalmente si presenta molto ricca anche grazie alle collezioni artistiche dei suoi musei: Il Museo Camillo Leone, il Museo Borgogna, la più importante pinacoteca della regione dopo quella della Galleria Sabauda di Torino, il Museo del Duomo, Il MAC (Museo Archeologico Città di Vercelli). Ultimamente si è aggiunto a questi un nuovo spazio espositivo “ARCA-Arte” all’interno dell’Ex Chiesa di San Marco che ha ospitato, grazie ad una convenzione tra la Regione Piemonte, la Solomon R. Guggenheim Foundation e la Città di Vercelli, mostre con opere provenienti dalle prestigiose collezioni Guggenheim. La stagione teatrale è fitta di appuntamenti così come la riavviata stagione lirica; evento di rilievo nel panorama musicale è il “Concorso Internazionale Viotti”. In ambito sportivo si ricorda il prestigioso “Trofeo Bertinetti” per la scherma arrivato alla sua cinquantesima edizione.

 

Le industrie:

Il settore secondario non è, come l’agricoltura, monotematico, ma si caratterizza per una diversificazione dell’attività ripartita tra diversi settori. I settori meccanico e tessile sono stati le forze trainanti dell’industria vercellese per tutto il XX secolo; grande importanza rivestono le officine metalmeccaniche Giovanni Cerutti, che hanno in città uno stabilimento e il centro ricerche; nella lavorazione del riso la MundiRiso, di proprietà della multinazionale spagnola Ebro Foods nel 2006 l’olandese SanoRice decide di costruire un secondo impianto di produzione a Borgovercelli; nella lavorazione del caffè la “Mokaor” mentre sempre nel Comune di Vercelli la Cooperfisa resta un riferimento per la produzione di fisarmoniche in Italia.

Nel comune confinante di Prarolo vi è uno stabilimento della multinazionale giapponese YKK che produce cerniere lampo e in quello attiguo di Caresanablot la Piatti Freschi Italia (ex Vogliazzi) che produce pasti confezionati. Di recente insediamento, a fianco dello stabilimento Novacoop, è il Centro di Distribuzione Amazon, cuore della rete di distribuzione di Amazon nell’Italia nord-occidentale. In provincia sono presenti altre realtà industriali di un certo rilievo tra le quali la “Lavazza” a Gattinara, La Gessi e la New Form a Serravalle Sesia. Il Lanificio Colombo a Borgosesia, la Loro Piana di Quarona per il tessile, la Sorin a Saluggia e la Franchi Salumi di Borgosesia.

Capitale Europea del Riso:

 

Vercelli è inoltre la principale città italiana per coltivazione di riso, la città è stata definita infatti “Capitale Europea del Riso”; lo studio e la selezione delle varietà sono svolte localmente nella Stazione Sperimentale di Risicoltura.  La coltura risicola Vercellese trova le sue radici negli ultimi anni del Quattrocento e anche il Conte Camillo Benso di Cavour, politico, diplomatico, uomo di stato, padre dell’Unità nazionale, come è noto, fu  un proprietario terriero di questo territorio, nonché promotore della realizzazione del terzo canale Italiano per lunghezza, il Canale Cavour, ideato dell’agrimensore Vercellese Francesco Rossi negli anni quaranta del XIX secolo.

Vercelli è anche sede di una importante Borsa Merci che è la principale in riferimento al settore risicolo per la quotazione commerciale di questo cereale.

Secondo l’Ente Nazionale Risi, nel 2012 la coltivazione del riso nella provincia di Vercelli ha interessato 72.641 ettari, che corrispondono al 31% del totale nazionale e al 16% del totale comunitario europeo. La produzione, invece, si è attestata a circa 515mila tonnellate di risone, cioè il 32% del totale nazionale e il 17% del totale comunitario. I risicoltori della provincia di Vercelli sono 1.091, il 25% del totale nazionale.

Per ulteriori informazioni contattaci: Contatti

EnglishFrenchItalianSpanish